Il piacere di stare assieme, attraverso relazioni autentiche, impegno e passione

 

Anche quest’anno si ripresenta portando con sé la voglia di incontro fra le persone, desiderose di trascorrere serate di divertimento con buona musica e ottima cucina, con approfondimenti dei tanti temi di attualità, di confronto politico e di condivisione e partecipazione a progetti di solidarietà.

L’incontro fra persone diventa comunicazione fatta di parole che si completano con un significato. Un linguaggio non solo come strumento, ma sostanza nelle dinamiche relazionali.
Oggi saper valorizzare e veicolare comportamenti onesti e autentici deve necessariamente, anche in politica, passare attraverso l’uso di parole adeguate, misurate, sincere e rispettose.

Avere la consapevolezza dell’impatto delle proprie parole sugli altri, dell’importanza di accompagnarle con uno stile nuovo, della necessità di usare la lingua in modo positivo e socialmente responsabile potrebbe permettere di riappropriarsi della capacità di dialogo critico, desideroso di interagire fruttuosamente con gli altri,
anche nel conflitto.

Questo viene vissuto dai tanti nostri volontari spontaneamente, con semplicità, attraverso il loro lavoro ed entusiasmo costante.

La realizzazione e la buona riuscita di questa bella festa dell’ Unità dell’Adda Martesana avvengono solo grazie alla messa in campo di impegno e passione, dell’apprezzamento e dell’interesse ad interagire con gli altri.

Quest’anno parte del ricavato della Festa verrà devoluto per PizzAut, un progetto del nostro territorio di inclusione per persone autistiche.
Trentadue giorni per condividere e costruire, insieme.

Alberto Fulgione Coordinatore PD zona Adda Martesana

Il Distretto Agricolo Adda Martesana

covaSPAZIO EVENTI VENERDì 30 GIUGNO 2017 – ORE 21:00

Si discute del distretto agricolo Adda Martesana insieme a Paolo Cova, Parlamentare PD;

Ettore Prandini, Vice Presidente Nazionale Coldiretti;

Angela Comelli, Sindaca di Bellinzago Lombardo;

Luciano Moretti, Sindaco di Truccazzano;

Coordina Andrea Patrucco, consulente del Comune di Liscate Comune, capofila del distretto

CON UN PIATTO DI AMATRICIANA PUOI …

amatricianaIniziativa benefica a favore del Comune di San Genisio, colpita dal terremoto.

Vai al ristorante di Festa de l’Unità e ordina un piatto di pasta all’Amatriciana e con un solo euro in più, già incluso nel prezzo del menù, ci aiuterai ad acquistare gli arredi della nuova scuola del Comune di San Ginesio (MC), colpito dal terremoto. Noi di Festa dell’Unità per ogni piatto di amatriciana contribuiremo con te con un altro euro.

FESTA DELL’UNITA’ 2017

di Alberto Fulgione, coordinatore PD zona Adda Martesana

Pietro Bussolati, segretario metropolitano PD

 

albertoTorna, anche quest’anno, l’appuntamento con la Festa de l’Unità. Un’occasione per fare comunità, dialogare e progettare su tanti temi: dal lavoro alla scuola, dai diritti alla sicurezza, dalle riforme all’immigrazione. La politica fatta con le persone e per le persone: è questo il senso di una Festa, che ogni anno coniuga la volontà di dare spazio al dibattito politico e mescolarlo alla capacità di aggregare, tipica del nostro Partito. Luogo democratico e di inclusione, la Festa de l’Unità è la casa dei tanti che, con passione e determinazione, mettono a disposizione il loro tempo per il bene della comunità, per realizzare prima che una festa di partito una grande festa di popolo.

Non troppo lontano da casa nostra e in Europa soffia il vento della paura che vorrebbe alzare muri e diffondere chiusura, noi invece vogliamo essere curiosi, conoscere e aprirci ai cambiamenti della società. Lo faremo nell’area fiera di Melzo, che da venerdì 23 giugno a lunedì 24 luglio si popolerà di storie diverse, di volontariato intergenerazionale, di tanti sforzi ma anche di tanta cura, perché ogni ospite possa sentirsi davvero a casa. Trentadue giorni di dibattiti, presentazioni di libri, approfondimenti sulla politica, la cultura, il civismo.

Naturalmente non mancheranno la buona musica, il cinema, i piatti solidali della nostra ottima cucina e la simpatia dei volontari, ragazzi e ragazze, uomini e donne, senza i quali questa festa non sarebbe possibile. Quest’anno parte del ricavato della Festa verrà devoluto per l’acquisto dell’arredo della scuola di San Ginesio, Comune del maceratese colpito dal sisma. Trentadue giorni per condividere e costruire, insieme.